December 7, 2009 / 12:20 PM / 8 years ago

PUNTO 1-Finanziaria, ok commissione, ecco come cambia, polemiche

7 IN. DI LETTURA

(aggiunge commenti e background, sintesi testo)

ROMA, 7 dicembre (Reuters) - La commissione Bilancio della Camera ha dato il via libera alla Finanziaria con i cambiamenti introdotti dal maxiemendamento, del valore di circa 9 miliardi, del relatore presentato nella nottata di venerdì scorso.

Ma è già polemica sulle modalità di approvazione della legge da parte della Camera, dopo che questa mattina al voto finale non hanno partecipato le opposizioni che avevano contestato il metodo di lavoro adottato dalla commissione ed abbandonato i lavori poiché la maggioranza aveva deciso di non mettere in votazione tutti gli emendamenti presentati.

Il testo può approdare così all'aula che avvierà l'esame mercoledì prossimo.

Il viceministro Giuseppe Vegas dice che il governo porrà la fiducia a meno che le opposizioni non rinuncino a presentare tanti emendamenti. Il presidente dell'Udc Rocco Buttiglione, in una nota, invita il governo a permettere un regolare dibattito in aula e, nel caso, assicura che non ci sarà un comportamento ostruzionistico da parte delle commissioni purché si possa discutere e votare emendamenti come quello annunciato dall'Udc sul quoziente familiare.

In una conferenza stampa congiunta di Pd, Idv e Udc dopo l'approvazione in commissione, le opposizioni denunciano "l'assalto alla diligenza" che ci sarebbe stato con una serie di provvedimenti "micro" inseriti nel maxiemendamento approvato questa mattina.

Il maxiemendamento del relatore Massimo Corsaro, presentato venerdì a tarda notte ed approvato questa mattina, vale circa 9 miliardi sul saldo netto da finanziare. Si tratta di 3,7 miliardi di risorse derivanti dallo scudo fiscale e il resto di rimodulazioni di fondi già presenti nei diversi capitoli del bilancio.

Le Novita' E Le Conferme

Nel maxiemendamento diverse le novità rispetto a quanto annunciato in precedenza: ci sono il patto per la salute e i rimborsi ai comuni per il mancato introito dell'Ici prima casa, il cedolino unico per i pubblici dipendenti, una serie di misure sul Welfare da circa 1 miliardo.

Come previsto è entrato in Finanziaria anche la Banca del Sud (seppur ridotta rispetto le aspettative del tesoro) e il decreto che ha posticipato a giugno prossimo una quota dell'acconto Irpef di novembre mentre, a sorpresa, non compare l'agevolazione fiscale del valore complessivo di circa 50 milioni per le banche che hanno aderito alla moratoria dei crediti del 3 agosto scorso: secondo fonti governative tale agevolazione dovrebbe essere ripresentata, probabilmente assieme ad una versione più leggera dell'attuale degli incentivi alle auto ecologiche, in un decreto che il governo dovrebbe presentare all'inizio di gennaio.

E' saltato anche il "rimborso" ai comuni da 200 milioni (90 milioni al comune di Roma) per i mancati introiti di dividendi dalle ex municipalizzate a causa della restituzione degli incentivi fiscali bocciati dalla Ue come aiuti di Stato.

Dalla parte dei finanziamenti, il Tfr che i lavoratori non hanno destinato ai fondi pensione e che viene trasferito all'Inps confluirà in un fondo del Tesoro utilizzato per finanziare il patto per la salute: vale 3,1 miliardi.

E' stata inserita a sorpresa anche una norma che riduce il contributo alla stampa di partito, con le proteste della Fnsi che ha convocato per oggi una riunione dei cdr dei giornali interessati.

Il Maxiemendamento

* Patto salute: viene aumentato di 584 milioni nel 2010 e di 419 milioni per il 2011 il finanziamento dello Stato alle Regioni. Viene stabilito l'anticipo di 1 miliardo per il 2010 per l'estinzione dei debiti maturati fino al 2005.

* Ici: la quota che viene rimborsata ai Comuni per il mancato gettito dell'Ici sale di 156 milioni per il recupero del 2008 e di 760 milioni a decorrere dal 2009.

* Missioni internazionali: vengono rifinanziate per 750 milioni (rispetto i 500 precedenti).

* Scudo fiscale: una tabella distribuisce 2,2 miliardi (la parte fino a 3,7 miliardi - cioè 1,5 miliardi - viene utilizzata per altri capitoli tra cui le missioni internazionali): 130 milioni per gli impegni dello Stato per la partecipazione e banche e fondi internazionali; 400 milioni al rifinanziamento del 5 per mille; 103 milioni per la gratuità dei libri scolastici nelle scuole elementari; 100 milioni al fondo di solidarietà per l'agricoltura; 400 milioni all'università; 130 milioni per il sostegno alle scuole paritarie; 400 milioni all'autotrasporto; 571 miliardi per stabilizzazione Lsu, aiuti agli enti locali danneggiati dal terremoto, funzionalità giustizia.

* Beni confiscati alla mafia: quelli non utilizzabili a fini sociali possono essere venduti.

* Fondo per la non autosufficienza: aumenta di 400 milioni per il 2010.

* Pacchetto Welfare: complessivamente circa 1 miliardo per una serie di misure fra le quali la proroga della detassazione del salario di produttività, il potenziamento dell'indennità per il collaboratori che perdono il lavoro che sale dal 20% al 30% della retribuzione dell'ultimo anno fino ad un massimo di 4.000 euro, incentivi all'assunzione di ultracinquantenni disoccupati e dei lavoratori in mobilità con almeno 35 anni di contributi, fino alla maturazione dell'eta' per la pensione, contribuzione figurativa ai lavoratori in cassa integrazione con almeno 35 anni di contributi se accettano un'offerta di lavoro di qualifica inferiore, proroga al 2010 della cassa integrazione in deroga.

* Enti locali: risparmi per 48 milioni nel 2010 e 126 nel 2011 con una riduzione del contributo ordinario a Comuni e Province che implica una riduzione del 20% del numero dei consiglieri; per gli assessori comunali e provinciali viene ridotto il numero massimo; risparmi sulle comunità.

* Cedolino unico per i dipendenti pubblici che da novembre 2010 riceveranno nello stesso cedolino stipendio e competenze accessorie.

* Beni difesa: nuova norma per agevolarne la vendita con la costituzione di fondi comuni di investimenti immobiliare, d'intesa con i comuni.

* Comune di Roma: anticipazione di tesoreria fino a 600 milioni.

* Terremoto in Abruzzo: proroga a giugno 2010 per il versamento delle imposte sospese del periodo 6 aprile-30 novembre 2009. Il debito fiscale dovrà essere restuito in 60 rate anziché 24.

* Ricerca: la dotazione per i crediti di imposta alle imprese che fanno ricerca e innovazione sale di 400 milioni per il biennio 2010-2011.

* Adeguamento sismico scuole: 300 milioni.

* Polizia : turn over al 100%.

* Ambiente: 1 miliardo al fondo contro i rischi idrogeologici.

* Tv locali: 50 milioni per il 2010.

* Carceri: 500 milioni per la creazione di nuove infrastrutture o l'adeguamento di quelle esistenti.

* Micro interventi vari.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below