Finanziaria, è già polemica su prossima fiducia in aula

lunedì 7 dicembre 2009 12:00
 

ROMA, 7 dicembre (Reuters) - Non è ancora approdata in aula, ma è già polemica sulle modalità di approvazione della Finanziaria da parte della Camera.

Il viceministro Giuseppe Vegas dice che il fatto se il governo porrà o meno la fiducia sul testo in aula dipenderà dal numero di emendamenti che saranno presentati. Il presidente dell'Udc Rocco Buttiglione, in una nota, invita il governo a permettere un regolare dibattito in aula e, nel caso, assicura che non ci sarà un comportamento ostruzionistico da parte delle commissioni dopo le polemiche di questa mattina alla Bilancio, con il ritiro dei membri di centrosinistra.

"Non è detto, dipenderà dagli emendamenti presentati. Se l'opposizione presenterà numerosi emendamenti è probabile, altrimenti non sarà posta", ha risposto Vegas ai cronisti, dopo l'approvazione della Finanziaria da parte della commissione Bilancio, che gli chiedevano se sarà posta la fiducia in aula.

Buttiglione risponde: "Il governo si impegni a rispettare i risultati della discussione parlamentare e il voto in aula. Permetta innanzitutto che si possa svolgere questa discussione, unico modo per ripristinare una corretta dialettica tra il Parlamento e il governo. In cambio l'opposizione si impegni a non ricorrere a un uso ostruzionistico degli emendamenti: ne porteremo in aula un numero adeguato e tutti qualificati e tali da rendere migliore la legge Finanziaria. In particolare chiediamo che si possa discutere in aula e votare il nostro emendamento che rappresenta il primo passo di una politica fiscale per le famiglie e verso quel quoziente familiare che la stessa maggioranza aveva promesso e per il quale non ha fatto ancora niente".