Derivati Comune Milano, Pd presenta mozione per salvare processo

venerdì 4 dicembre 2009 14:21
 

MILANO, 4 dicembre (Reuters) - Il Pd ha presentato al consiglio comunale una mozione urgente per la richiesta ai parlamentari milanesi di emendare il disegno di legge sul processo a breve includendo fra i reati non soggetti al 'processo breve' anche quelli per frode.

Approvato così com'è, il disegno di legge manderebbe infatti in prescrizione il processo per truffa relativo ai derivati legati al bond del Comune di Milano, processo che potrebbe essere avviato a seguito dell'accoglimento delle 17 richieste di rinvio a giudizio formulate dal pubblico ministero lo scorso 11 novembre.

Al procedimento è legato l'eventuale risarcimento di quasi 100 milioni di euro in commissioni occulte, come ricorda Davide Corritore, esponente del Pd al Comune che ha comunicato alla stampa l'niziativa.

"É quasi matematico che i due anni previsti dal disegno di legge trascorreranno prima di una sentenza per via della complessità degli aspetti tecnici, per la numerosità delle persone coinvolte e per questioni geografiche, dato che si tratta di banche estere e di persone che risiedono fuori dell'Italia" dice Corritore.

"Auspichiamo un consenso trasversale perché l'interesse comune venga anteposto a logiche di schieramento" dice ancora Corritore. "E ci auguriamo che il sindaco e il vicesindaco sostengano l'iniziativa".

Marilena Adamo, senatrice del Pd e presente all'incontro con i giornalisti, si è impegnata a promuovere l'emendamento in Parlamento e ha ricordato che i tempi sono molto stretti.

"Il termine per la presentazione degli emendamenti al disegno di legge scade il prossimo 14 dicembre" ha detto.

Nel giugno del 2005, il Comune di Milano emise, insieme a Depfa Bank, Deutsche Bank, Jp Morgan e Ubs, un bond da 1,7 miliardi, cui seguirono diverse operazioni di finanza derivata guidate dalle stesse banche, quelle per cui il mese scorso è stato richiesto il rinvio a giudizio.

  Continua...