Intesa SP disposta a intervenire in South Stream - Fallico (Zao)

mercoledì 2 dicembre 2009 17:26
 

ROMA, 2 dicembre (Reuters) - Intesa Sanpaolo (ISP.MI: Quotazione) attraverso le controllate russe, è disposta a intervenire nel progetto South Stream, finalizzato alla costruzione di un gasdotto verso l'Europa evitando l'Ucraina.

Lo ha detto, nel corso del forum Italia-Russia, Antonio Fallico, presidente di Zao Banca Intesa e KMB Bank, le due banche del gruppo Intesa Sanpaolo in Russia.

"Noi siamo molto attivi su North Stream e siamo disponibili per South Stream", ha dichiarato Fallico.

"Aspettiamo lo studio di fattibilità per febbraio per poter valutare il nostro impegno", ha aggiunto sottolineando che per South Stream l'impegno sarà maggiore rispetto a quello per North Stream.

Il progetto South Stream è realizzato in joint-venture da Eni (ENI.MI: Quotazione) e Gazprom (GAZP.MM: Quotazione). Recentemente è entrata a far parte del progetto anche la francese Edf (EDF.PA: Quotazione).

((Stefano Bernabei, via redazione Milano, +39 02 66.129.503; RM: gianluca.semeraro.reuters.com@reuters.net; email: gianluca.semeraro@thomsonreuters.com))

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Top news anche su www.twitter.com/reuters_italia