Geithner, non tutto Tarp necessario, Sì clearing tutti derivati

mercoledì 2 dicembre 2009 17:59
 

WASHINGTON, 2 dicembre (Reuters) - Il segretario del Tesoro americano Timothy Geithner è convinto che una porzione "davvero sostanziale" dei 700 miliardi di dollari del piano Tarp non sarà necessaria ma ritiene prematura la chiusura integrale del programma.

In una audizione davanti alla Commissione Agricoltura del Senato, Geithner ha parlato anche del progetto di legge sui derivati dichiarandosi esplicitamente contrario alla creazione di contratti "customizzati" che consentano alle società di non passare per le casse di compensazione centrale.

FONDI TARP

"Siamo oggi vicini al momento in cui si può smobilitare il programma, smettere di prendere nuovi impegni ed eliminare del tutto (il Tarp)" ha dichiarato Geithner, secondo cui presto sarà possibile accedere a sostanziose quantità di denaro per poterle indirizzare "al servizio delle esigenze critiche dell'economia e dei bisogni fiscali di lungo termine del paese".

Il Tarp è stato approvato nell'ottobre 2008 e a oggi nel suo ambito sono rimasti disponibili 210 miliardi circa: scadrà a fine anno a meno di un rinnovo.

Nel sistema finanziario Usa " ci sono parti ancora molto danneggiate", per il Segretario, che ha promesso ai parlamentari che "il presidente (Obama) e io daremo suggerimenti al Congresso su cosa fare con il programma e come mettervi termine senza rischi".

REGOLAMENTAZIONE DERIVATI   Continua...