Banca Giappone non esclude alcuna opzione politica - consigliere

mercoledì 2 dicembre 2009 09:15
 

KOFU, 2 dicembre (Reuters) - Membro del consiglio per la politica monetaria, Miyako Suda spiega che Banca del Giappone non escluderà alcuna opzione nell'adottare le misure più efficaci di aggiustamento della politica monetaria.

All'indomani della decisione dell'istituto centrale di mettere a disposizione delle banche ulteriori fondi a breve termine dopo una riunione straordinaria, Suda annuncia che Banca del Giappone potrebbe varare ulteriori misure espansive con una riduzione dei tassi a lungo sul mercato monetario volta a sostenere la ripresa dell'economia.

Secondo il consigliere i rischi sull'economia nipponica sono al momento ampiamente equilibrati ma la decisione di ieri è stata adottata alla luce dell'emergere di rischi che le oscillazioni del cambio e la minaccia di deflazione danneggino l'economia.

"La fiducia dei consumatori era in fase di deterioramento e ho ritenuto fosse importante agire ora" dice alla stampa.

"Molti stanno sostenendo che l'economia peggiorerà e i prezzi al consumo vedranno un'ulteriore frenata. Se non fossimo intervenuti il morale si sarebbe ulteriormente guastato con naturali conseguenze sui tassi" aggiunge.

Suda spiega poi che costi e benefici di qualsiasi opzione di politica monetaria dipensono dalla situazione dei mercati e la banca è sempre aperta a tutte le opzioni.

((Redazione Milano, Reuters messaging: alessia.pe.reuters.com@reuters.net, +39 02 66129854, milan.newsroom@news.thomsonreuters.com))

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia