Finanziaria, ammissibili solo 2 emendamenti del governo su 14

martedì 1 dicembre 2009 17:56
 

ROMA, 1 dicembre (Reuters) - Sono solo due su 14 gli emendamenti del governo alla Finanziaria che passano il vaglio di ammissibilità della commissione Bilancio della Camera.

Dei 12 che restano, sette sono stati giudicati tecnicamente inammissibili (ma due solo parzialmente), cinque invece sono congelati in attesa che arrivi la relazione tecnica.

"Aspettiamo e vediamo se è possibile trovare una soluzione", dice il sottosegretario al Tesoro Alberto Giogetti ai cronisti che chiedono come proseguiranno ora i lavori sulla Finanziaria.

È comunque possibile che il governo ricorra a nuove formulazioni per superare lo stop della commissione.

A passare l'esame di ammissibilità sono l'emendamento del governo che finanzia il turn over di polizia e vigili del fuoco (vale 1,5 miliardi) e il testo su sgravi alle banche, cedolino unico per gli impiegati pubblici e fondi all'Abruzzo.

"Il governo ne esce con le ossa rotte!", dice il capogruppo dell'Udc Amedeo Ciccanti.

Tra le proposte bocciate figura anche il taglio da 300 milioni a comuni e province, ma il governo sembra orientato a ripresentarlo.

La scure colpisce naturalmente anche gli emendamenti di maggioranza. Tra questi, quello sulla Banca del Sud, firmato da Marco Milanese, consigliere politico del ministro Tremonti.

Già dichiarato inammissibile in aula al Senato, l'emendamento sulla Banca del Sud esce dal vaglio di ammissibilità privo di 6 commi su 22 in totale. Motivo: l'estraneità ai contenuti della Finanziaria.   Continua...