Comuni italiani, spese +2%, entrate +2% in 2008 - studio Civicum

mercoledì 25 novembre 2009 17:17
 

MILANO, 25 novembre (Reuters) - Nel 2008 i Comuni italiani hanno speso mediamente 1.647 euro per abitante: il 2% in più rispetto all'anno precedente. È quanto comuna uno studio condotto dal Politecnico di Milano per conto della fondazione Civicum.

La ricerca rivela anche che il 2008 è stato un anno positivo per le entrate comunali, aumentante mediamente del 3% rispetto all'anno precedente.

"Il finanziamento di un Comune è composto da tre grandi voci: le entrate tributarie, quelle dovute a trasferimenti da altri livelli di governo (Stato e Regione) e quelle legate alla capacità di valorizzare beni e servizi dell'ente" ricorda una nota di Civicum.

Il 2008 è stato caratterizzato dall'intervento normativo sull'Ici, che ha ridotto ovunque le entrate tributarie, "compensando però questo fenomeno con un incremento dei trasferimenti dallo Stato".

Per quanto riguarda i singoli Comuni, Bologna mantiene la prima posizione nelle entrate tributarie: 601 euro per abitante (576 euro dei quali per le sole imposte comunali).

Gli italiani meno tassati in assoluto, sono invece gli abitanti di Catanzaro (235 euro), seguiti dai residenti di Trento (333 euro) e Bolzano (362 euro).

I Comuni con trasferimenti più elevati sono Trento (1.881 euro per abitante), Bolzano (1.332 euro per abitante) e Napoli (1.263 euro). Agli ultimi posti troviamo invece Pescara (379 euro per abitante) e Reggio Emilia (408 euro).

Per quanto riguarda le uscite invece i 21 Comuni analizzati hanno avuto nel 2008 spese correnti per quasi 10 miliardi di euro e investimenti per 2,9 miliardi. Nonostante i tentativi di ridurre le spese delle amministrazioni pubbliche, anche nel 2008 le spese (mediamente 1.647 euro per abitante) sono aumentate del 2% rispetto all'anno precedente. "Desta qualche preoccupazione il fatto che questo effetto sia il risultato di un incremento più marcato della spesa corrente (+3%) e di una riduzione dell'1% degli investimenti.

Rispetto al 2007, si è evidenziato un aumento significativo delle risorse dedicate alla viabilità, al settore sociale e, anche se in misura minore, alla polizia locale.   Continua...