"Debiti tossici", weekend di lavoro per piano Usa salva-banche

sabato 20 settembre 2008 13:08
 

* Usa sostengono fondi mercato monetario, impongono divieto vendita corto termine

* Piano contro "debiti tossici" costerà 500-800 miliardi di dollari, dice fonte

* Morgan Stanley guadagna tempo

* Titoli bancari in crescita del 35%, rally globale per i mercati

di Patrick M. Fitzgibbons

NEW YORK, 20 settembre (Reuters) - Il governo statunitense è intervenuto ieri per mettere un freno alle vendite a breve termine e aiutare i fondi d'investimento monetari, mentre è al lavoro su un vasto piano di salvataggio per coprire i "debiti tossici" legati ai mutui ad alto rischio per un valore di centinaia di miliardi di dollari, in una mossa che ha fatto impennare i mercati azionari di tutto il mondo.

L'iniziativa di Washington arriva alla fine di una settimana in cui i mercati finanziari hanno dovuto affrontare il peggior intreccio di crisi dalla Grande Depressione degli anni 30 e che ha minacciato le economie nazionali e il sistema bancario internazionale.

I parlamentari si sono impegnati ad agire velocemente sul piano "anti-debiti tossici", che, secondo due fonti bancarie, avrà un'ampiezza di 500-800 miliardi di dollari. Un portavoce del Tesoro Usa non ha voluto fare commenti sulle cifre.

Mentre il governo Usa fa ricorso alle "armi pesanti" per affrontare la crisi finanziaria montante, la banca d'investimenti Morgan Stanley (MS.N: Quotazione) sta prendendo tempo nel tentativo di trovare una soluzione per il futuro, mentre continuano le trattative con Wachovia Corp WB.N e altre banche in vista di un'eventuale fusione.   Continua...