Brasile aspetta estradizione banchiere Cacciola da Monaco

venerdì 4 luglio 2008 19:46
 

BRASILIA (Reuters) - L'uomo più ricercato del Brasile per reati finanziari sarà estradato dal Principato di Monaco per scontare una pena relativa alla più grande frode bancaria nel paese sudamericano. Lo ha detto oggi il ministro della Giustizia brasiliano.

Il Principe Alberto di Monaco - si legge in una nota - ha dato la sua approvazione all'estradizione di Salvatore Cacciola, condannato da un tribunale brasiliano nel 2005 a 13 anni di prigione per peculato.

Cacciola era giunto in Italia nel 2000, da dove non poteva essere estradato perché ha anche il passaporto italiano, ma è stato arrestato nel settembre dello scorso anno dagli agenti dell'Interpol a Monaco.

La decisione di estradizione, ha detto il ministro, non potrà essere contestata.

Il banchiere italo-brasiliano è stato giudicato colpevole di frode ai danni dello stato per operazioni svolte durante il tentativo di salvataggio del Banco Marka, di cui era proprietario, da parte dell'isituto bancario centrale.

Il recupero di oltre un miliardo di dollari, durante la svalutazione della moneta nel 1999, è stato fondamentale nell'evitare più ampi rischi per il sistema bancario, aveva detto all'epoca dei fatti l'istituto.

Il governo ha applaudito all'annuncio di oggi e ha detto che Cacciola potrebbe arrivare in Brasile entro due settimane.

"E' una vittoria per il popolo brasiliano ... è uno duro colpo all'impunità", ha detto il segretario nazionale per la Giustizia Romeu Tuma Jr. a Globo Tv.

Personaggi influenti in Brasile accusati di frodi raramente vengono arrestati e il sistema giudiziario nel paese è generalmente considerato corrotto e lento.