Berlusconi al Tg4: Pil non cresce, tagliare le spese

domenica 3 agosto 2008 10:02
 

MILANO (Reuters) - A fronte della mancata crescita del Pil, il governo si impegnerà per un taglio delle spese. Lo ha detto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi in un'intervista ieri sera al Tg4.

"Siamo in un momento difficile per l'economia mondiale. Il Pil non cresce, c'è una diminuzione dell'Iva del 7% nel mese passato rispetto ai mesi precedenti", ha detto il capo del governo.

"In questa situazione c'erano solo due soluzioni: o aumentare la pressione fiscale o tagliare la spesa ... Abbiamo scelto di seguire questa strada".

"Si deve assolutamente intervenire con una riduzione di spese, privilegi, sprechi, enti inutili", ha detto Berlusconi.

Il via libero definitivo della Camera alla manovra economica è previsto per martedì, giorno in cui è previsto anche l'ultimo Consiglio dei ministri prima della pausa estiva in cui l'esecutivo avvierà l discussione sulla Finanziaira.

La manovra finanziaria lorda per il 2009 ammonta a 16,46 miliardi di euro, 36,28 miliardi nell'intero triennio al 2011.

 
<p>Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. REUTERS/Kim Kyung-Hoon (JAPAN)</p>