Statali, Brunetta si scusa con Cgil, Epifani conferma no

giovedì 30 ottobre 2008 16:29
 

ROMA, 30 ottobre (Reuters) - Nonostante le scuse ufficiali del ministro Renato Brunetta alla Cgil la proposta del governo sui contratti degli statali non cambia e Guglielmo Epifani conferma il no della sua organizzazione al protocollo.

E' quanto è emerso finora dalla riunione in corso a Palazzo Chigi fra governo e sindacati sul pubblico impiego.

"Mi scuso ufficialmente con la Cgil per l'equivoco in una intervista: scusa Guglielmo", avrebbe detto il ministro della Funzione pubblica secondo quanto riferito da alcuni partecipanti.

In una intervista pubblicata nei giorni scorsi, Brunetta aveva dichiarato di "fregarsene" della contrarietà della Cgil al protocollo.

Brunetta ha ribadito stasera che la proposta non cambia e prevede dal prossimo gennaio aumenti lordi mensili per gli statali di 70 euro.

Epifani ha dunque replicato: "Confermo la mia opinione negativa".

La scorsa settimana Cisl e Uil avevano invece sottoscritto il protocollo governativo.

Alla riunione partecipano oltre ai rappresentanti delle orgnizzazioni sindacali di categoria, i quattro segretari generali di Cgil, Cisl, Uil. Il governo è rappresentato dal sottosegretario Gianni Letta, da Brunetta e dal ministro del Welfare, Maurizio Sacconi.