30 settembre 2009 / 06:45 / 8 anni fa

BORSE ASIA-PACIFICO-Miste ma Shanghai tonica,deboli HK,Singapore

 --------------------------------------------------------------- INDICE                      ORE 8,35     VAR%      CHIUSURA 2008 MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS    392,51     +0,34           247,35 HONG KONG .HSI           20.869,65     -0,68        14.387,48 SINGAPORE .FTSTI          2.639,92     -0,88         1.761,56 TAIWAN .TWII              7.509,17     +1,07         4.591,22 SEOUL .KS11               1.673,14     -1,00         1.124,47 SHANGHAI COMP .SSEC       2.778,097    +0,87         1.820,80 SYDNEY               4.743,600    -0,2          3.722,30 INDIA .BSESN             17.042,05     +1,12         9.647,31 ----------------------------------------------------------------
 MILANO, 30 settembre (Reuters) - Se i listini dell‘Asia-Pacifico sono contrastati stamani, l‘indice sintetico della regione si attesta in moderato rialzo: alcune piazze hanno infatti presto dimenticato la sorpresa negativa riservata ieri dall‘ultimo aggiornamento sulla fiducia dei consumatori negli Stati Uniti.
 Intorno alle 8,35 l‘indice regionale MSCI, che esclude il Giappone MIAPJ0000PUS, guadagna lo 0,35% dopo che Tokyo ha archiviato la seduta con un progresso dello 0,33%.
 Tonica SHANGHAI .SSEC, galvanizzata dai piani di acquisizione di Industrial and Commercial Bank of China (ICBC) (601398.SS): la maggiore banca per capitalizzazione del mondo ha annunciato un‘offerta da 545 milioni di dollari per la thailandese ACL Bank ACL.BK. L‘indice SSE Composite ha perso tuttavia il 7% nel trimestre e si prepara a chiudere i tre mesi peggiori dell‘anno. Sotto pressione, viceversa, la piazza di HONG KONG .HSI dove le quotazioni di Shell Electric Manufacturer (0081.HK) si impennano dopo l‘offerta da 438,7 milioni di dollari di China Overseas Land & Investment Ltd (0688.HK).
 Debole anche SINGAPORE .STI, mentre TAIWAN .TWII tocca i massimi delle ultime due settimane in chiusura, sostenuta dagli acquisti dall‘estero su TSMC (2330.TW) e altre blue chips.
 Cedente SYDNEY  dove soffrono gruppi come Westfield Group WDC.AX, con un‘elevata esposizione al mercato statunitense. A MUMBAI .BSESN, infine, gli investitori hanno scommesso su trimestrali robuste, spingendo il benchmark indiano sopra i 17.000 punti per la prima volta dal maggio 2008.      

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below