BORSE ASIA-PACIFICO - Su Tokyo, male Seul, Singapore, Shangai

mercoledì 29 ottobre 2008 08:34
 

----------------------------------------------------------------
INDICE                     ORE 8,25      VAR%     CHIUSURA 2007
MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS   217,28     +1,40%           420,30
HONG KONG .HSI          12.445,59     -1,19%        22.554,36
SINGAPORE .FTSTI          1618,67     -2,93%         3.129,43
TAIWAN .TWII             4.406,52     +0,15%         8.778,39
SEUL .KS11                968,97      -3,02%         1.825,23
SHANGHAI COMP .SSEC      1.719,812    -2,94%         3.375,40
SYDNEY .AXJO              3.845,6     +1,34%          5.714,4
BOMBAY .BSESN             9.030,62    +0,25%        16.275,59
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 29 ottobre (Reuters) - Le borse dell'area
Asia-Pacifico si muovono contrastate sostenute dalle attese che
la Banca del Giappone e la Fed taglieranno i tassi questa
settimana nel tentativo di riavvivare la crescita dell'economia,
mentre i mercati del credito stanno mostrando segnali di
recupero.
 Le borse europe sono attese aprire in rialzo di circa il 5%
sulla scia del rally di Wall Street ieri sera. I bookmaker
finanziari prevedono un periodo di acquisti a seguito dei prezzi
da saldo raggiunti da alcuni titoli.
 Quest'oggi la Fed dovrebbe tagliere i tassi per la nona
volta consecutiva da settembre 2007, mentre lo stesso potrebbe
fare la Banca del Giappone nella riunione di venerdì. Anche la
Banca d'Inghilterra e la Bce potrebbero ridurre il costo del
denaro la prossima settimana.
 "Alla luce della forte recessione in cui tutta l'economia
globale sta scivolando e probabile che i mercati azionari non
abbiamo ancora toccato il fondo e il recupero di questa
settimana presenta una buona opportunità per vendere",
sottolinea un broker.  
 L'indice Nikkei .N225 ha terminato con un rialzo del 7,7%
dopo aver toccato un minimo dal 1982 ieri. L'indice è sempre
indietro del 20% nel mese di ottobre.
 L'indice MSCI sulle Borse dell'area Asia-Pacifico a parte il
Giappone .MIAPJ0000PUS ha registrato un rialzo dell'1,40a
217,28 unti, dopo che ieri aveva toccato un minimo di 4 anni.
 L'indice di Hong Kong, Hang Seng .HSI vira, tuttavia,in
negativo nel finale (-1,19%) sulla scia delle vendite che hanno
colpito alcuni big bancari, come Hsbc Holdings e Bank of China.
 Male anche Singapore (-2,9%), penalizzata dalle vendite che
hanno colpito Singapore Telecomunications e Oversea-Chinese
Banking Corp. 
 L'indice della Corea del Sud KOSPI .KS11 cede il 3% sul
finale di seduta, invertendo la salita fino all'8% registrata
nel durante, penalizzato dalle vendite sulle banche, come KB
Financial, sui timori legati al settore.
 Resiste al rialzo Sydney, anche se brucia gran parte del
rialzo a causa delle vendite sui titoli immobiliari, come
Westfield Group.
 Bene, invece, Bombay in una seduta volatile con i
persistenti timori sulle prospettive di una recessione globale.