BORSE ASIA-PACIFICO - Indici per lo più in rialzo, forte Sydney

venerdì 28 novembre 2008 08:54
 

----------------------------------------------------------------
INDICE                     ORE 8,45      VAR%     CHIUSURA 2007
MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS   227,65     +2,04%           420,30
HONG KONG .HSI          13.774,32     +1,64%        22.554,36
SINGAPORE .FTSTI         1.706,08     -0,26%         3.129,43
TAIWAN .TWII             4.460,49     +0,15%         8.778,39
SEUL .KS11               1.076,07     +1,18%         1.825,23
SHANGHAI COMP .SSEC      1.871,156    -2,44%         3.375,40
SYDNEY .AXJO              3.742,5     +4,31%          5.714,4
BOMBAY .BSESN             9.038,28    +0,11%         16.275,59
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 28 novembre (Reuters) - Prevalgono i rialzi tra le
borse dell'area Asia-Pacifico, al loro sesto giorno consecutivo
di guadagni in un contesto che vede i mercati azionari del mondo
in calo per il sesto mese di fila.
 I progressi rispondono quindi a una logica di rimbalzo e di
ricerca di buoni affari da parte degli investitori in vista
della chiusura d'anno.
 Restano forti le tensioni politiche nella ragione, in India
e in Thailandia.
 Intorno alle 8,30 l'indice delle borse regionali MSCI
.MIAPJ0000PUS che esclude la borsa giapponese sale del 2%.
L'indice Nikkei della Borsa di Tokyo ha guadagnato l'1,66%.
 Rialzo di oltre il 4% per SYDNEY, che nell'intera settimana
ha registrato un progresso record del 9,5%, sostenuta dai gruppi
minerari BHP Billiton (BHP.AX: Quotazione) e Rio Tinto Ltd (RIO.AX: Quotazione) sulle
speranze di una risalita dei prezzi delle materie prime. Bene
anche i bancari sulle attese di un taglio dei tassi da parte
della banca centrale la prossima settimana.
 In Cina HONG KONG sale dell'1,3% sulla scia del recente
taglio dei tassi di interesse e degli acquisti dettati dalle
valutazioni sempre più attraenti delle blue chip. In netto calo
SHANGHAI trainato dai titoli finanziari, ma in un mese l'indice
è salito di oltre l'8%.
 La borsa indiana è tornata a trattare dopo un giorno di
chiusura in seguito agli attacchi sferrati a Mumbai da parte di
un gruppo di fondamentalisti islamici. L'indice segna un rialzo
dello 0,11%.