BORSE ASIA-PACIFICO - Indici in calo, deboli esportatori,energia

lunedì 28 settembre 2009 08:56
 

 ---------------------------------------------------------------
INDICE                      ORE 8,40     VAR%      CHIUSURA 2008
MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS    384,36     -1,32           247,35
HONG KONG .HSI           20.606,35     -2,01        14.387,48
SINGAPORE .FTSTI          2.629,16     -1,26         1.761,56
TAIWAN .TWII              7.284,61     -0,83         4.591,22
SEOUL .KS11               1.675,55     -0,94         1.124,47
SHANGHAI COMP .SSEC       2.771,99     -2,34         1.820,80
SYDNEY .AXJO             4.677,4       -0,76         3.722,30
INDIA .BSESN             chiusa           --         9.647,31
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 28 settembre (Reuters) - L'apprezzamento dello yen,
arrivato al massimo da 8 mesi contro dollaro, penalizza gli
esportatori giapponesi e in generale incoraggia le prese di
profitto sui titoli asiatici percepiti come "relativamente
rischiosi".
 Penalizzati anche gli energetici come PetroChina, con il
futures sul greggio .CLc1 che scivola sotto i 66
dollari/barile.
 Alle 8,40 l'indice MSCI che esclude il Giappone
MIAPJ0000PUS cede l'1,3%.
 A SEUL pesano le banche ma Daewoo International è ben
comprata, grazie ad un articolo che ipotizza l'interesse di
Posco per la società.
 TAIWAN chiude ai minimi di due settimane con i titoli legati
alla costruzione di casinò che stanno al palo, dopo che gli
abitanti del quartiere di Penghu si sono opposti al piano che
prevedeva l'edificazione del primo casinò nell'area.
 HONG KONG cede quasi il 2%, trainato al ribasso da tlc e
banche dopo che i deboli dati sulle case americane hanno
sollevato timori sulla forza della ripresa. 
 "Le prospettive a breve (per la borsa di HK) non sono buone,
l'indice Hang Seng è stato ipercomprato nelle ultime settimane e
mi aspetto una sorta di correzione", commenta Peter Lai della
DBS Vickers.
 "Quando il prezzo di chiusura di una Ipo nel giorno del
debutto arriva ad essere sotto il prezzo d'emissione, il
sentiment del retail non può essere ai massimi", aggiunge
riferendosi al deludente debutto della Metallurgical Corp of
China (1618.HK: Quotazione).
 SYDNEY è tra quelle che perdono meno, ma gli investitori
valutano con attenzione i corsi dei titoli e iniziano a
chiedersi se non siano saliti troppo in fretta, sulla scia delle
speranze legate ai tentativi di ripresa globale.