BORSE ASIA-PACIFICO - Indici brillano su calo oil e recupero dlr

lunedì 25 agosto 2008 09:04
 

----------------------------------------------------------------
INDICE                     ORE 9,00       VAR%    CHIUSURA 2007
MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS   387,31     +1,10%           420,30
HONG KONG .HSI           20981,71     +2,89%        22.554,36
SINGAPORE .FTSTI         2.737,05     +0,50%         3.129,43
TAIWAN .TWII             7.030,72     +1,72%         8.778,39
SEUL .KS11               1.502,11     +0,35%         1.825,23
SHANGHAI COMP .SSEC      2.405,554    +0,36%         3.375,407
SYDNEY .AXJO             5.014,9      +1,69%         5.714,4
BOMBAY .BSESN           14.641,09     +1,66%        16.275,59
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 25 agosto (Reuters) - Le piazze asiatiche corrono in
territorio positivo mentre gli investitori approfittano del calo
dei prezzi delle materie prime per ricomprare un dollaro ai
massimi di due anni sulla sterlina.
 Particolarmente positivi gli indici di Hong Kong, grazie ai
risultati superiori alle attese di importanti società quotate,
mentre la borsa più debole resta Shanghai, che tocca anche
territorio negativo, per poi recuperare velocemente.
 Alle 9,00 circa il cambio dollaro/yen JPY= è a quota
109,92/94 da 110,00 yen dell'ultima chiusura Usa, mentre
l'euro/dollaro scende a 1,4738/40 dollari da 1,4786 dollari.
 Il greggio scambia sulla piazza americana CLc1 a 115,07
dollari al barile e su quella inglese LCOc1 a 114,40 dollari
al barile.
 Intorno alle 9,00 l'indice MSCI dell'area Asia-Pacifico, che
esclude il Giappone .MIAPJ0000PUS sale del 4,35%, mentre il
Nikkei .N225 ha chiuso una seduta brillante in rialzo
dell'1,68%.
 HONG KONG .HSI brilla trascinato dall'indice dei blue chip
che si riprende dalle forti vendite di giovedì scorso,
alimentato dalla corsa di Wall Street.
 A risollevare la fiducia degli azionisti hanno contribuito
anche i risultati, superiori alle attese, di alcune grandi
società, tra cui Sinopec (0386.HK: Quotazione), China Construction Bank
(0939.HK: Quotazione) e della prima banca di Hong Kong Icbc (1398.HK: Quotazione).
 I titoli quotati alla borsa di Hong Kong avevano subito
giovedì scorso un netto calo, di oltre il 2,5%, per lo svanire
delle speranze sul piano di rilancio cinese e per l'avvicinarsi
del tifone che ha provocato la chiusura nella seduta di venerdì.
 TAIWAN .TWII si riprende dai minimi di tre settimane,
beneficiando del recupero di Wall Street. A guidare il rialzo
contribuiscono in particolar modo i titoli tecnologici, tra i
quali Hon Hai (2317.TW: Quotazione), favoriti nelle esportazioni dal calo
del prezzo del greggio.
 Neanche l'annuncio di venerdì sul rallentamento della
crescita economica dell'isola, ai minimi di un anno, è riuscita
a fermare il recupero.
 SHANGHAI .SSEC è in territorio positivo, sebbene registri
un rialzo inferiore rispetto alle altre Borse asiatiche.
Incoraggiano i risultati superiori alle attese di Sinopec
(600028.SS: Quotazione), mentre i migliori guadagni sono stati registrati
dalle società assicuratrici. Il volume d'affari resta comunque
molto limitato.
 SYDNEY .AXJO sale trascinata dalle banche mentre si
alleggeriscono i timori negli Usa sulla solidità del settore
finanziario.