BORSE ASIA-PACIFICO - Prevalentemente in positivo, giù Taiwan

giovedì 23 aprile 2009 08:52
 

 ---------------------------------------------------------------
INDICE                      ORE 8,50     VAR%     CHIUSURA 2008
MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS    271,37     +1,39           247,35
HONG KONG .HSI           15.166,94     +1,94        14.387,48
SINGAPORE .FTSTI          1.858,51     +0,82         1.761,56
TAIWAN .TWII              5.875,24     -0,18         4.591,22
SEOUL .KS11               1.368,80     +0,94         1.124,47
SHANGHAI COMP .SSEC       2.464,013    +0,12         1.820,80
SYDNEY .AXJO              3.743,00     +2,04         3.722,30
INDIA .BSESN             10.975,97     +1,46          9.647,31
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 23 aprile (Reuters) - Giornata incerta per le borse
asiatiche, che si mantengono prevalentemente in positivo, con
l'unica eccezione di Taiwan.
 La forza dei titoli tech e auto si confronta però con il
risvegliarsi del pessimismo sul settore finanziario dopo le
perdite di Morgan Stanley (MS.N: Quotazione) e le indiscrezioni stampa su
una possibile perdita annuale da 700 miliardi di yen della
giapponese Nomura (8604.T: Quotazione).
 Alla forza di SYDNEY .AXJO, di HONG KONG .HSI e della
borsa INDIANA .BSESN fanno da contraltare il calo di TAIWAN
.TWII e l'alta variabilità di SHANGHAI .SSEC.
 L'indice regionale MSCI dell'Asia-Pacifico che esclude il
Giappone .MIAPJ0000PUS alle 8,50 sale di quasi l'1,4% mentre
Tokyo .N225 ha chiuso in rialzo dell'1,37%.
 Tra i singoli listini sale la borsa australiana .AXJO
sostenuta dai forti acquisti sui titoli minerari, con Rio Tinto
(RIO.AX: Quotazione) in rialzo di oltre il 6%. Un'offerta di rilevamento
lanciata sul produttore di birra Lion Nathan LNN.AX fa inoltre
sperare in ulteriori fusioni nel settore.
 Bene anche la borsa indiana .BSESN e SEUL .KS11. Se
sulla prima il rialzo è provocato principalmente dal ritorno di
alcuni investitori sul mercato dopo il calo del 2% nelle tre
precedenti sedute, sulla seconda sono i risultati sopra le
attese di Hyundai Motor (005380.KS: Quotazione) a incoraggiare la ripresa
dei titoli auto.
 Nonostante il rialzo complessivo sulla borsa di HONG KONG
.HSI con la ripresa di Hsbc (0005.HK: Quotazione), l'umore generale resta
basso, minato dalla debolezza del mercato cinese e dalle
preoccupazioni sui risultati degli stress test delle banche
americane. Il principale operatore di rete fissa Pccw (0008.HK: Quotazione)
perde oltre il 10% sull'annuncio di non volere estendere la
scadenza chiave per il suo piano di privatizzazione da 2,2
miliardi di dollari.
 A SINGAPORE .FTSTI è il terzo maggior promotore
immobiliare del paese a essere al centro dell'attenzione. Keppel
Land KLAN.SI è infatti salito di quasi il 3% nonostante il
calo del 38,8% dell'utile netto nei primi tre mesi dell'anno.
 Dopo aver viaggiato in negativo per gran parte della seduta,
SHANGHAI .SSEC si accoda alle altre borse asiatiche sebbene il
pessimismo sia diffuso, con le banche in calo e la notizia
riportata da un quotidiano che la maggior parte delle 63 società
cinesi quotate in borsa che hanno dato stime sul primo trimestre
ha indicato cali dell'utile o perdite.
 Sono invece i finanziari a trascinare al ribasso la borsa di
TAIWAN .TWII, con Cathay Financial (2882.TW: Quotazione) a -2,7%.