BORSE ASIA-PACIFICO -Pesanti nonostante chiusura positiva Nikkei

lunedì 22 dicembre 2008 09:13
 

----------------------------------------------------------------
INDICE                     ORE 9,00      VAR%     CHIUSURA 2007
MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS   246,48     -1,96%           420,30
HONG KONG .HSI          14.750,12     -2,5%        22.554,36
SINGAPORE .FTSTI         1.779,56     -0,90%         3.129,43
TAIWAN .TWII             4.535,54     -3,39%         8.778,39
SEUL .KS11               1.179,61     -0,12%         1.825,23
SHANGHAI COMP .SSEC      1.987,755    -1,52%         3.375,40
SYDNEY .AXJO             3.557,40     -1,61%          5.714,4
BOMBAY .BSESN           10090,99      -0,09%         16.275,59
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 22 dicembre (Reuters) - Le borse asiatiche scambiano
con il segno meno, nonostante l'annuncio del governo Usa di un
piano di prestiti a sostegno del settore auto per 17,4 miliardi
di dollari abbia dato respiro agli investitori. 
 A mercati chiusi però Toyota (7203.T: Quotazione) ha annunciato di aver
rivisto al ribasso le stime sui risultati dell'esercizio in
corso per effetto del forte apprezzamento dello yen e un crollo
delle vendite mondiali.
La scorsa settimana la BoJ, seguendo l'esempio della Fed, ha
tagliato i tassi allo 0,10 dallo 0,30 proprio per attennuare gli
effetti dell'apprezzamento della valuta giapponese, ha deciso di
comprare asset problematici per aiutare a scongelare i mercati
creditizi.
 Intorno alle 9,00 l'indice MSCI dell'Asia-Pacifico
.MIAPJ0000PUS perde l'1,96% , mentre il Nikkei .N225 ha
chiuso in rialzo dell'1,6% anche sulla scia dell'annuncio che
Tokyo, come molti altri governi, intende varare una manovra da
54 miliardi di dollari per sostenere l'economia.
 Il petrolio CLc1 scambia in lieve rialzo,  guadagnando 75
centesimi a 43,11 dlr/barile.
 HONG KONG .HSI, dopo un breve passaggio in nero, perde
oltre l'1,5% appesantita da Hsbc (0005.HK: Quotazione) dopo che S&P ha
rivisto il giudizio sul titolo in negativo dopo le perdite della
scorsa settimana.
 Influisce negativamente anche sulla borsa di SHANGHAI
.SSEC l'ondata di risultati delle principali società quotate
attesi questa settimana.
 In calo la borsa di SYDNEY .AXJO appesantita dai minerari
come Rio Tinto (RIO.AX: Quotazione) che ha annunciato un taglio della
produzione di ferro del 10%. Avanzano invece gli energetici,
sulla scia di Babcock & Brown BBP.AX  che balza su voci di una
possibile acquisizione.
 Con il segno meno anche SEUL .KS11, appesantita dai
produttori di chip come Hynix (000660.KS: Quotazione)  che perde il 3,64 e 
dai bancari. I titoli legati al settore auto coreano invece
hanno tagliato parte delle perdite sulla scia del piano di
salvatggio Usa, mentre l'energetica Korea Electric Power
(015760.KS: Quotazione) ha ceduto oltre il 3,5% nonostante l'annuncio di
tagli e ristrutturazioni.