BORSE ASIA-PACIFICO - Indici negativi, dollaro ai minimi 2009

venerdì 22 maggio 2009 08:41
 

 ---------------------------------------------------------------
INDICE                      ORE 8,30     VAR%    CHIUSURA 2008
MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS    307,87     -0,82           247,35
HONG KONG .HSI           16.875,78     -1,90        14.387,48
SINGAPORE .FTSTI          2.197,48     -0,61         1.761,56
TAIWAN .TWII              6.737,29     +0,28         4.591,22
SEOUL .KS11               1.416,73     -0,35         1.124,47
SHANGHAI COMP .SSEC       2.585,412    -0,95         1.820,80
SYDNEY .AXJO              3.761,6      -1,40         3.722,30
INDIA .BSESN             13.736,54     -2,31          9.647,31
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 22 maggio (Reuters) - Borse dell'area Asia-Pacifico
per lo più negative quest'oggi con il dollaro sceso ai minimi da
cinque mesi rispetto alle principali valute sui timori degli
investitori che gli Stati Uniti possano perdere il rating di
AAA.
 Ieri Standard & Poor's ha tagliato le stime sul top rating
britannico a negativo, portando sotto l'attenzione altri paesi
con un rating di AAA che stanno aumentando l'indebitamento nel
tentativo di dare un impulso alle proprie economie.
 I segnali di ripresa a livello mondiale hanno sostenuto gli
indici asiatici, anche se ci sono crescenti timori sulla forza
della ripresa.
 "I mercati in giro per il mondo senbrano cercare una
direzione e qualche ipotesi di un downgrade degli Stati Uniti
colpirebbe gli asset Usa, come il dollaro o le azioni", osserva
un broker.
 Alle 8,30 l'indice Msci delle borse asiatiche, escluso il
Giappone, .MIAPJ0000PUS è in calo dello 0,82% mentre il Nikkei
.N225 ha chiuso in ribasso dello 0,41% penalizzato dai ribassi
sulle società esportatrici, come Canon.
 Sui mercati, Hong Kong cede l'1,9% sui timori degli
investitori legati ai rating del credito in Gran Bretagna e
negli Stati Uniti. 
 In lieve rialzo Taiwan, sui massimi da nove mesi, grazie
all'ottimismo che l'economia dell'isola abbia toccato il fondo
dopo avere registrato un ribasso record nel trimestre. 
 Shanghai in lieve calo sulla debolezza delle società
carbonifere e dei metalli non ferrosi. 
 Sydney cede l'1,4% penalizzata dalle vendite su BhP
Billiton, Rio Tinto e i bancari. Infine, la borsa indiana cede
il 2,3% su prese di profitto dopo il balzo del 17,5% nelle prime
due sedute della settimana.