BORSE ASIA-PACIFICO -Indici positivi, attese insediamento Obama

lunedì 19 gennaio 2009 08:21
 

----------------------------------------------------------------
INDICE                      ORE 8,10     VAR%     CHIUSURA 2008
MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS   233,39     +0,67           247,35
HONG KONG .HSI          13.209,95     -0,34        14.387,48
SINGAPORE .FTSTI         1.735,68     +0,28         1.761,56
TAIWAN .TWII             4.366,76     +0,02         4.591,22
SEOUL .KS11              1.150,65     +1,36         1.124,47
SHANGHAI COMP .SSEC      1.986,672    +1,65         1.820,80
SYDNEY .AXJO             3.589,3      +1,08         3.722,30
INDIA .BSESN             9.319,93     -0,05         9.647,31
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 19 gennaio (Reuters) - Le borse dell'area
Asia-Pacifico terminano in rialzo, mentre il dollaro perde
terreno. I riflettori sono puntati sull'insediamento domani del
presidente degli Stati Uniti, Barak Obama, e sulle attese che
possa varare misure che stimolino la spesa e un piano per
rilevare gli asset in perdita delle banche.
 Oggi i mercati sono chiusi negli Stati Uniti per il Martin
Luther King day e molti investitori stanno scommettendo da
settimane che Obama avvierà misure aggressive per aiutare
l'economia. Un consigliere vicino ad Obama, David Axelrod, dice
che la prossima amministrazione sta considerando di realizzare
una banca guidata dallo Stato che rilevi gli asset in perdita.
 Venerdì scorso mercati in forte recupero dopo l'annuncio che
il governo Usa inietterà 20 miliardi di dollari nel capitale di
Bank of America. 
 "L'attenzione è ora tutta sull'insediamento del presidente
Usa domani. Ci sono crescenti attese che il pacchetto di misure
di stimolo sia più grande di quanto atteso e potrebbe contenere
misure aggiuntive per aiutare le banche", osserva un broker.
  L'indice regionale MSCI dell'azionario dell'Asia-Pacifico -
che non comprende la borsa di Tokyo - intorno alle 8,15 sale
dello 0,67%, mentre il Nikkei .N225 ha chiuso in rialzo dello
0,3%.
 Tra le singole piazze dell'area, la migliore è Shanghai che
ha raggiunto in massimi da quattro settimane grazie
all'ottimismo che il governo stanzierà altri aiuti per dare
impulso all'economia.     
 Debole HONG KONG .HSI, penalizzata dalle vendite su Hsbc
dopo che la banca non è riuscita ad allontanare i timori legati
alla propria posizione finanziaria. 
 Buone notizie da SYDNEY .AXJO con l'indice in crescita di
oltre l'1% a seguito degli acquisti sui titoli minerari e sulla
conglomerata Wsetfarmers Ltd su un report secondo cui la società
è vicina a rifinanziare parte del suo pesante indebitamento.
 
 (Redazione Milano, Reuters messaging:
giancarlo.navach.reuters.com@reuters.net, +39 02 66129518,
milan.newsroom@news.thomsonreuters.com))
 
 Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano