BORSE ASIA-PACIFICO - Indici negativi, pesante Shanghai

mercoledì 18 febbraio 2009 08:25
 

----------------------------------------------------------------
INDICE                      ORE 8,20     VAR%     CHIUSURA 2008
MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS   220,74     -0,57           247,35
HONG KONG .HSI          12.920,19     -0,19        14.387,48
SINGAPORE .FTSTI         1.645,89     +0,49         1.761,56
TAIWAN .TWII             4.498,37     +0,15         4.591,22
SEOUL .KS11              1.113,19     -1,24         1.124,47
SHANGHAI COMP .SSEC      2.209,86     -4,72         1.820,80
SYDNEY .AXJO             3.413,2      -1,48         3.722,30
INDIA .BSESN             9.034,03     -0,01         9.647,31
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 18 febbraio (Reuters) - Le borse dell'area Asia e
Pacifico viaggiano in terreno negativo, recuperando comunque dai
minimi di seduta. Alcune piazze riescono a fatica a
riconquistare il terreno positivo.
 Le borse della regione si trovano comunque sui minimi del
mese, con gli investitori attratti da asset meno rischiosi come
i bond locali.
 Sotto pressione, contro dollaro, l'euro, dopo che le agenzie
di rating hanno avvertito sul rischio di profonda recessione
nell'Europa orientale che potrebbe danneggiare ulteriormente le
banche europee occidentali.
 Poco prima delle 8,30 l'indice regionale MSCI
dell'Asia-Pacifico .MIAPJ0000PUS che esclude il Giappone, cede
lo 0,57% a 220,74, Tokyo ha perso l'1,45%.
 La peggiore piazza dell'area è SHANGHAI, in profondo rosso
per il secondo giorno consecutivo, con volumi in calo. Al dato
sull'aumento dell'attività di prestito da parte delle banche a
gennaio viene data una lettura negativa, non viene visto come
segnale di ripresa dell'economia.
 Passano timidamente in positivo SINGAPORE, TAIWAN, indecisa
la BORSA INDIANA.
 Singapore è la migliore dell'area, mentre Taiwan tenta il
rimbalzo con i titoli tecnologici, orientati all'export e quindi
favoriti dalla debolezza del dollaro di Taiwan.
 Indecisa tra denaro e lettera la piazza indiana, frenata dai
bancari. Rimbalza dopo due giorni di perdite il gruppo
energetico indiano Reliance Industries (RELI.BO: Quotazione).