BORSE ASIA-PACIFICO - Indici in caduta su calo fiducia ripresa

lunedì 17 agosto 2009 08:47
 

 ---------------------------------------------------------------
INDICE                      ORE 8,40     VAR%      CHIUSURA 2008
MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS    355,18     -3,34           247,35
HONG KONG .HSI           20.176,34     -3,43        14.387,48
SINGAPORE .FTSTI          2.657,59     -2,43         1.761,56
TAIWAN .TWII              6.931,80     -1,95         4.591,22
SEOUL .KS11               1.547,06     -2,79         1.124,47
SHANGHAI COMP .SSEC       2.882,87     -5,33         1.820,80
SYDNEY .AXJO              4.388,40     -1,63         3.722,30
INDIA .BSESN             15.004,43     -2,64         9.647,31
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 17 agosto (Reuters) - Le borse asiatiche sono in
caduta libera senza eccezioni, in una giornata caratterizzata
dal prevalere dei realizzi e dall'incertezza sulle prospettive
dell'economia Usa, dopo gli ultimi dati diffusi venerdì sul calo
di fiducia dei consumatori americani.
 L'incertezza si sostituisce all'ottimismo nell'outlook degli
investitori, e l'interesse per gli asset rischiosi precipita di
conseguenza.
 Si è assistito inoltre alla ritirata dei titoli legati a
doppio filo alle materie prime, con la lunga corsa di greggio e
rame interrotta dal venir meno dell'ottimismo che le aveva
fornito la benzina.
 Intorno alle 8,40 l'indice MSCI .MIAPJOOOOPUS, che esclude
il Giappone, è in calo del 3,34%. Non sono bastati nemmeno i
dati positivi sul fronte del pil giapponese nel secondo
trimestre, cresciuto dello 0,9%. "I dati di oggi sono dopati
dagli stimoli pubblici, in Giappone come altrove, quindi
l'economia nipponica è lontana da una crescita che sta in piedi
da sola", ha detto Kyohei Morita, chief economist di Barclays
Capital a Tokyo. Alle 8,00 italiane, l'indice Nikkei .N225 ha
chiuso in ribasso del 3,1%.
 La piazza cinese di SHANGHAI ha subito il tracollo peggiore,
trascinata sotto il -5% dai tracolli delle azioni legate ai
metalli e all'energia, dopo che l'indice Shanghai Composite
.SSEC aveva già perso il 6% nel corso della settimana passata
e circa il 17% nelle ultime due. Le azioni di PetroChina
(601857.SS: Quotazione) sono in ribasso del 5,6%.
 Sorte non molto diversa tocca HONG KONG, con l'indice Hang
Seng .HSI che cede il 3,4% trascinato dal clima generale di
incertezza. Anche qui l'emorragia più grave è nel comparto
energetico, con China Shenhua Energy 1088.KH che cede oltre il
7%.
 Sono invece le quotazioni in caduta degli esportatori a
penalizzate SEUL, sebbene il danno sia di entità leggermente
inferiore. L'indice Kospi .KS11 è in calo del 2,8% con le
azioni di Hyundai Motor (005380.KS: Quotazione) a -3,6% e Samsung
(005930.KS: Quotazione) a -2,5%.
 Stessa musica a BOMBAY, dove l'indice di riferimento
.BSESN cede il 2,6% con il gigante dell'energia Reliance
Industries (RELI.BO: Quotazione) che perde il 2,9% e la compagnia
petrolifera di proprietà statale Oil and Natural Gas Corp
(ONGC.BO: Quotazione) che cede il 2,2%.