BORSE ASIA-PACIFICO - Indici giù con finanziari, forte Shanghai

lunedì 16 febbraio 2009 08:24
 

----------------------------------------------------------------
INDICE                      ORE 8,15     VAR%     CHIUSURA 2008
MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS   230,52     -2,13           247,35
HONG KONG .HSI          13.356,25     -1,46        14.387,48
SINGAPORE .FTSTI         1.698,25     -0,43         1.761,56
TAIWAN .TWII             4.591,26     -0,03         4.591,22
SEOUL .KS11              1.175,47     -1,42         1.124,47
SHANGHAI COMP .SSEC      2.389,39     +2,96         1.820,80
SYDNEY .AXJO             3.516,9      -1,19         3.722,30
INDIA .BSESN             9.312,16     -3,35         9.647,31
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 16 febbraio (Reuters) - Distesa di segni negativi
tra le borse dell'area Asia-Pacifico, depresse dai dati sul Pil
giapponese e dai timori per l'industria finanziaria, mentre
l'approvazione del piano Usa da 787 miliardi da parte del
Congresso sembra passare in secondo piano.
 La sterlina è sotto pressione, soprattutto nei confronti
dello yen, dopo che il G7 del weekend si è concluso senza una
menzione pubblica sulla persistente debolezza della valuta
britannica o sulla forza di quella nipponica.
 Lo yen rimane tonico, nonostante i dati macro indichino la
maggiore contrazione del Pil giapponese dal 1974 nel quarto
trimestre 2008, rispetto ai tre mesi precedenti.
 L'indice regionale MSCI dell'Asia-Pacifico .MIAPJ0000PUS
che esclude il Giappone, poco dopo le 8 cede il 2,17% a 230,43.
 Pesante la borsa INDIANA, con l'indice benchmark in calo di
oltre il 3% sulla delusione degli investitori per l'interim
budget del governo, da cui emerge un deficit fiscale al 5,5% del
Pil nel 2009/2010.
 Flessioni superiori al punto percentuale per HONG KONG,
depressa dai bancari, e per SIDNEY delusa da alcuni risultati
societari tra cui quelli di Brambles (BXB.AX: Quotazione).
 In netta controtendenza SHANGHAI, in rialzo di quasi il 3%
con volumi record, con acquisti anche speculativi rivolti ai
titoli acciaio e di brokeraggio.
 Chiusura piatta per TAIWAN. La forza del produttore di
memorie dram ProMOS 5387.TWO ha contrastato la debolezza dei
finanziari.