BORSE ASIA-PACIFICO - Indici prevalentemente in calo, giù HK

mercoledì 15 aprile 2009 08:33
 

----------------------------------------------------------------
INDICE                      ORE 8,25     VAR%     CHIUSURA 2008
MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS    270,85     -1,41           247,35
HONG KONG .HSI           15.256,15     -2,08        14.387,48
SINGAPORE .FTSTI          1.866,62     -1,60         1.761,56
TAIWAN .TWII              5.875,19     -0,30         4.591,22
SEOUL .KS11               1.327,91     -1,10         1.124,47
SHANGHAI COMP .SSEC       2.526,770    -0,03         1.820,80
SYDNEY .AXJO              3.630,40     +0,30         3.722,30
INDIA .BSESN             10.989,45     +0,20          9.647,31
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 15 aprile (Reuters) - E' una seduta contrassegnata
da prese di profitto e da rinnovate paure sulla condizione
dell'economia mondiale quella che vede le borse asiatiche
prevalentemente in calo dopo il rialzo dei giorni scorsi.
 HONG KONG .HSI e SINGAPORE .FTSTI mettono a segno le
maggiori perdite, seguite dagli altri listini mentre si rimette
in pari con i guadagni dei giorni scorsi la borsa INDIANA
.BSESN, chiusa ieri per una festività.
 Intorno alle 8,25 l'indice MSCI che esclude il Giappone
.MIAPJ0000PUS scende di oltre l'1,4% mentre Tokyo .N225 ha
chiuso in calo dell'1,13% sul tonfo degli esportatori colpiti
dai dati sulle vendite al dettaglio americane.
 Cattive notizie sul fronte cinese arrivano da un report
pubblicato sul sito web di Shanghai Securities News. Anticipando
le stime ufficiali del governo, attese domani, il sito afferma
infatti che la crescita economica cinese sull'anno nel primo
trimestre è stata tra il 6 e il 6,8%, un dato che, se
confermato, segnerebbe il minimo della serie che risale al 1992.
 A questo si contrappone tuttavia la speculazione su un
possibile nuovo pacchetto di stimolo cinese per incoraggiare la
spesa dei consumatori.
 A HONG KONG .HSI oltre alle prese di profitto il mercato
subisce la pressione del forte calo di Li & Fung (0494.HK: Quotazione), il
colosso cinese fornitore delle società al dettaglio tra cui la
numero uno del retail Wal-Mart (WMT.N: Quotazione). Debole anche SHANGHAI
.SSEC dove l'incertezza in attesa dei dati chiave sul Pil si
accompagna al calo dei titoli immobiliari e dei finanziari.
 In Australia .AXJO il colosso minerario Rio Tinto (RIO.AX: Quotazione)
torna in positivo dopo essere sceso nel corso della seduta sulla
scia dell'annuncio di un calo della produzione nel primo
trimestre.
 In India .BSESN neanche l'outlook debole della società di
servizi per computer Infosys Technologies (INFY.BO: Quotazione) è riuscita a
frenare il risveglio della propensione al rischio degli
investitori, rimasti indietro rispetto ai guadagni degli altri
listini a causa della chiusura di ieri.