BORSE ASIA-PACIFICO- Listini in salita, trainati da rialzo Tokyo

venerdì 8 gennaio 2010 08:40
 

 ---------------------------------------------------------------
INDICE                      ORE 8,35     VAR%      CHIUSURA 2008
MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS    427,16     +0,24           247,35
HONG KONG .HSI           22.359,39     +0,40        14.387,48
SINGAPORE .FTSTI          2.922,25     +0,31         1.761,56
TAIWAN .TWII              8.280,90     +0,53         4.591,22
SEOUL .KS11               1.695,26     +0,70         1.124,47
SHANGHAI COMP .SSEC       3.195,997    +0,10         1.820,80
SYDNEY .AXJO              4.912,131    +0,26         3.722,30
INDIA .BSESN             17.629,44     +0,07         9.647,31
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 8 gennaio (Reuters) - Le borse dell'area Asia
Pacifico si muovono al rialzo, sulla scia del massimo di
quindici mesi toccato da Tokyo grazie alla buona performance
degli esportatori, che traggono vantaggio da uno yen debole
rispetto al dollaro. Gli investitori sono inoltre in attesa dei
dati sull'occupazione Usa previsti per oggi.
 Nelle battute finali sulla piazza asiatica il biglietto
verde ha segnato il record degli ultimi quattro mesi contro la
valuta giapponese.
 I prezzi di oro e petrolio invece scendono, a causa dei
timori di una stretta sulla politica monetaria da parte del
governo cinese, che potrebbe rallentare la crescita e quindi la
richiesta di materie prime. 
 L'indice regionale MSCI, che esclude il Giappone
.MIAPJ0000PUS, guadagna lo 0,24%. L'indice di Tokyo Nikkei
.N225 è avanzato dell'1,1%.
 Il listino di Shanghai .SSEC ha recuperato le perdite
iniziali, ancora sullla scia della decisione di Pechino di
alzare i tassi sui titoli a tre mesi, e ha chiuso in rialzo
dello 0,1%. 
 Seoul .KS11 è tra le piazze migliori, in salita del 0,7%,
sostenuta dai costruttori navali come Hyundai Heavy Industries
(009540.KS: Quotazione). In controtendenza  LG Electronics (066570.KS: Quotazione), che
cede terreno sulle preoccupazioni per il business degli
smartphone. 
 La borsa australiana .AXJO è in rialzo, trainata dai
titoli bancari. I guadagni sono stati invece limitati dai titoli
minerari, a causa della caduta dei prezzi delle materie prime.