BORSE ASIA-PACIFICO - Listini in rialzo, negativa Shanghai

mercoledì 6 gennaio 2010 09:03
 

 ---------------------------------------------------------------
INDICE                      ORE 8,50     VAR%      CHIUSURA 2008
MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS    427,78     +0,37           247,35
HONG KONG .HSI           22.416,10     +0,60        14.387,48
SINGAPORE .FTSTI          2.923,95     +0,14         1.761,56
TAIWAN .TWII              8.327,62     +1,42         4.591,22
SEOUL .KS11               1.705,32     +0,87         1.124,47
SHANGHAI COMP .SSEC       3.254,215    -0,85         1.820,80
SYDNEY .AXJO              4.921,400    -0,06         3.722,30
INDIA .BSESN             17.700,14     +0,10         9.647,31
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 6 gennaio (Reuters) - Le borse dell'area Asia
Pacifico sono in leggero rialzo, con l'eccezione del listino di
Shanghai che ha chiuso in territorio negativo. Gli investitori
sono infatti più incerti sull'entità della ripresa dell'economia
americana dopo i dati macroeconomici contrastanti diffusi ieri.
 I dati positivi sugli ordini industriali si sono infatti
contrapposti a un inaspettato calo delle vendite di case.
 Dopo essere scivolato contro lo yen durante la notte, il
dollaro ha recuperato e si sta rafforzando. Per alcuni trader lo
yen potrebbe rimanere sotto pressione a causa della notizia,
riportata da alcuni media, delle possibili dimissioni del
ministro giapponese delle Finanze per motivi di salute.
 Il greggio Usa CLc1 è in leggero calo dopo l'inaspettato
aumento registrato dalle scorte, ma si mantiene sopra gli 81
dollari al barile, grazie al clima rigido.     
 L'indice regionale MSCI, che esclude il Giappone
.MIAPJ0000PUS, ha ampliato i guadagni degli scorsi giorni e
avanza dell0 0,37%, muovendosi sui massimi di 17 mesi.  L'indice
di Tokyo Nikkei .N225 ha chiuso in rialzo dello 0,46%. 
 Il listino di Shanghai .SSEC ha chiuso in calo dello 0,8%.
Ha pesato soprattutto un settore bancario debole, con la Bank of
China (601988.SS: Quotazione) in calo dell'1,5%, sulla notizia di un
prossimo aumento di capitale.
 Hong Kong .HSI sale invece dello 0,6%, trainata dagli
esportatori e dagli energetici, soprattutto dai titoli dei
produttori e distributori di gas e carbone.
 Seoul .KS11 avanza sostenuta dai tecnologici e dai
costruttori navali, come Hyundai Heavy (009540.KS: Quotazione).
 La borsa australiana .AXJO ha chiuso piatta, con i
guadagni dei minerari annullati dalla discesa dei bancari.
Taiwan .TWII ha chiuso in rialzo dell'1,42%, registrando
la chiusura più alta degli ultimi 19 mesi. In spolvero il
produttore di schermi Lcd,  AU Optronics (2409.TW: Quotazione).