BORSE ASIA-PACIFICO - Oscillano senza direzione, attesa per Fed

martedì 15 dicembre 2009 08:54
 

 ---------------------------------------------------------------
INDICE                      ORE 8,45     VAR%      CHIUSURA 2008
MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS    408,53     -0,25            247,35
HONG KONG .HSI           21.839,82     -1.11         14.387,48
SINGAPORE .FTSTI          2.802,21     +0,09          1.761,56
TAIWAN .TWII              7.807,62     -0,15          4.591,22
SEOUL .KS11               1.665,85     +0,06          1.124,47
SHANGHAI COMP .SSEC       3.274,46     -0,86          1.820,80
SYDNEY .AXJO              4.673,49     +0,42          3.722,30
INDIA .BSESN             17.044,30     -0,31          9.647,31
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 15 dicembre (Reuters) - Le borse dell'area
Asia-Pacifico oscillano senza una direzione precisa, con gli
investitori prudenti in attesa del meeting della Federal
Reserve. Il soccorso prestato da Abu Dhabi a Dubai continua
tuttavia a sostenere l'appetito per il rischio. 
 Nel meeting di due giorni che inizia oggi gli investitori si
aspettano che la Banca centrale americana decida di mantenere i
tassi vicini allo zero per un periodo prolungato di tempo. Si
attendono inoltre i dati macroeconomici Usa che saranno diffusi
oggi pomeriggio. 
 Intorno alle 8,45 l'indice regionale MSCI, che esclude il
Giappone .MIAPJ0000PUS, cede lo 0,25%, mentre a Tokyo l'indice
Nikkei ha chiuso in calo dello 0,22%.
 L'indice di Shangai .SSEC ha registrato un forte ribasso,
scendendo dello 0,86%. Hanno pesato soprattutto i titoli
immobiliari, dopo che il governo cinese ha annunciato di voler
frenare la crescita dei prezzi degli immobili, mentre le blue
chips hanno continuato a guadagnare spinte dalle notizie
arrivate ieri dagli emirati.
 Il cattivo andamento delle società immobiliari cinesi ha
pesato anche su Hong Kong, che cede l'1,11%, con le perdite
ridotte grazie ai guadagni di  Alibaba.com 1688.HK, la più
grande società cinese di e-commerce.
 Positiva invece la Borsa di Sidney,  in rialzo di circa lo
0,4%, trascinata dagli energetici e dall'industria estrattiva,
che hanno risentito positivamente dell'acquisizione fatta da
Exxon Mobil Corp (XOM.N: Quotazione).