BORSE ASIA-PACIFICO-Indici in forte calo,timori per esportazioni

lunedì 12 gennaio 2009 09:02
 

----------------------------------------------------------------
INDICE                       ORE 8,55     VAR%     CHIUSURA 2008
MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS   240,43     -2,83           247,35
HONG KONG .HSI           13.949,93    -2,97        14.387,48
SINGAPORE .FTSTI         1.789,65     -0,91         1.761,56
TAIWAN .TWII             4.453,90     -0,31         4.591,22
SEOUL .KS11              1.156,75     -2,05         1.124,47
SHANGHAI COMP .SSEC      1.900,347    -0,24         1.820,80
SYDNEY .AXJO             3.683,3      -1,40         3.722,30
INDIA .BSESN             9.148,44     -2,74         9.647,31
----------------------------------------------------------------
MILANO, 12 gennaio (Reuters) - Le borse asiatiche scivolano
per la quarta sessione consecutiva mentre l'inesorabile
rallentamento economico rinnova la cautela degli investitori.
 L'ultimo colpo alla fiducia sui mercati è arrivato dai dati
di venerdì scorso sulla disoccupazione negli Stati Uniti che
hanno evidenziato nel mese di dicembre la perdita di oltre mezzo
milione di posti di lavoro, aggravando i timori che sia molto
lontana dalla ripresa la domanda per le esportazioni asiatiche.
 In uno scenario fortemente negativo sono HONG KONG, la borsa
di MUMBAI e SEUL a registrare le maggiori perdite, tra il 2 e il
3,2%.
 Anche il petrolio cede di fronte al rallentamento in corso,
con il futures a febbraio sul greggio Usa CLc1 che perde
intorno alle 8,55 oltre 1,1 dollari a 39,72 dollari al barile.
Alla stessa ora l'indice MSCI dell'area Asia Pacifico
.MIAPJ0000PUS, escluso il Giappone, è in calo del 2,87%,
mentre Tokyo è chiusa per una festa nazionale.
 A dominare la giornata di oggi potrebbe essere l'inizio di
una serie di risultati societari, primo fra tutti quello della
numero uno statunitense dell'alluminio Alcoa (AA.N: Quotazione), mentre è
forte l'attesa per la riunione della Bce questa settimana che
dovrebbe tagliare i tassi sulla scia della Banca d'Inghilterra.
 Tra i singoli mercati resta pesante la borsa indiana
.BSESN, su cui continua a incombere la rivelazione dei bilanci
truccati da anni della società di servizi per computer Satyam
SATY.BO. Nonostante oggi la compagnia sia in ripresa di oltre
il 60% sulla nomina governativa di un nuovo consiglio per
restaurare la fiducia, lo scandalo continua a gravare sul
mercato.
 Anche HONG KONG .HSI viaggia in profondo ribasso mentre la
borsa assorbe le previsioni negative di China Eastern Airlines
(0670.HK: Quotazione) che ha stimato per il 2008 una perdita di circa 6,2
miliardi di yuan.
 Sono invece i dati sul lavoro Usa a spingere al ribasso la
borsa di SEUL KS11 dove i titoli industriali risultano i più
colpiti.
 Nonostante il balzo dei produttori di metalli e la speranza
di nuove misure governative di sostegno all'economia, sono i
titoli finanziari a spingere SHANGHAI .SSEC in territorio
negativo, per la paura di ulteriori vendite di quote nelle
banche, dopo che la scorsa settimana Bank of America (BAC.N: Quotazione) e
il tycoon di Hong Kong Li Ka-shing hanno ridotto le loro
partecipazioni in due dei più importanti istituti cinesi.