BORSE ASIA-PACIFICO - Indici in lieve rialzo su taglio tassi

venerdì 7 novembre 2008 08:43
 

----------------------------------------------------------------
INDICE                     ORE 8,35      VAR%     CHIUSURA 2007
MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS   246,39     +0,19            420,30
HONG KONG .HSI          14.209,26     +3,06%        22.554,36
SINGAPORE .FTSTI         1.851,26     +1,88%         3.129,43
TAIWAN .TWII             4.742,33     +1,03%         8.778,39
SEUL .KS11               1.134,49     +3,87%         1.825,23
SHANGHAI COMP .SSEC      1.747,713    +1,75%         3.375,40
SYDNEY .AXJO              4.051,3     -2,37%          5.714,4
BOMBAY .BSESN            9.849,14     +1,14%       16.275,59
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 7 novembre (Reuters) - Le borse dell'area
Asia-Pacifico si muovono in lieve rialzo, frenate dal
rallentamento delle economie globali che ha spinto il prezzo del
petrolio per breve tempo sotto la soglia dei 60 dollari al
barile. Le speranze di ulteriori azioni da parte della politica
per sostenere la crescita hanno consentito alle borse di
recuperare dai minimi di seduta.
 La gran parte dei mercati europei è atteso in calo in avvio
di seduta in vista dei dati sul tasso di disoccupazione Usa di
ottobre alle 14,30 italiane.
 Nessuna società è considerata un posto sicuro su cui
scommettere e per questa ragione gli investitori hanno trovato
nello yen e in alcuni bond governativi i luoghi dove rifugiarsi.
 Toyota Motor Corp ha perso il 9,2% dopo che la più grande
azienda automobilistica del mondo ha tagliato di metà le stime
di profitti per l'anno fiscale 2008 a seguito del calo della
domanda.
 La banca della Corea ha tagliato i tassi per la terza volta
in un mese seguendo il ribasso di mezzo punto deciso ieri dalla
Bce e dalla Banca nazionale svizzera. Il taglio delle Banca
d'Inghilterra è stato dell'1,5%, al di sopra delle stime,
portando il costo del denaro ai minimi dal 1950.
 "Il taglio dei tassi è stato un segnale di come le banche
centrali sono impegnate a fare ravvivare l'economia globale e
ispirano fiducia fra gli investitori", osserva un broker.
 Poco dopo le 8,30 il MSCI index delle borse
dell'Asia-Pacifico, escluso il Giappone, .MIAPJ0000PUS, sale
dello 0,19%, una piccola vittoria dopo il calo del 3% ieri.
L'indice è in rosso di quasi il 55% da inizio anno. Il Nikkei
.N225 ha ceduto oggi il 3,6% con gli esportatori penalizzati
dalla nuova forza dello yen.
 HONG KONG è in rialzo di oltre il 3% grazie agli acquisti su
Cnooc a seguito dell'assicurazione che la società non è stata
colpita dalla crisi finanziaria globale e sulle attese di un
nuovo taglio dei tassi dopo quello della banca centrale della
Corea del Sud. Taglio che sta premiando anche la borsa di SEUL
con un balzo di circa il 4%. 
 A SHANGHAI, indici in rialzo sugli acquisti nelle azioni
delle società finanziarie. La borsa chiude in rialzo la
settimana per la prima volta da cinque settimane su voci che il
governo possa annunciare un nuovo fondo che compri le azioni e
sostenga il mercato. 
 In controtendenza la borsa di SYDNEY in ribasso del 2,4%
dopo che il Fmi ha detto che le economie dei paesi sviluppati
stanno andando verso il primo anno di contrazione dalla seconda
guerra mondiale.