BORSE ASIA-PACIFICO - In rialzo su sollievo per banche Usa

giovedì 7 maggio 2009 08:40
 

 ---------------------------------------------------------------
INDICE                      ORE 8,30      VAR%    CHIUSURA 2008
MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS    302,97     +1,03           247,35
HONG KONG .HSI           17.008,26     +1,03        14.387,48
SINGAPORE .FTSTI          2.207,15     +1,29         1.761,56
TAIWAN .TWII              6.572,87     +0,09         4.591,22
SEOUL .KS11               1.401,08     +0,55         1.124,47
SHANGHAI COMP .SSEC       2.586,289    -0,20         1.820,80
SYDNEY .AXJO              3.938,7      +1,85         3.722,30
INDIA .BSESN             12.103,27     +1,26          9.647,31
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 6 maggio (Reuters) - Tendenza generalmente positiva
per le borse dell'area Asia-Pacifico, in un panorama in cui i
segnali incoraggianti sulla salute delle banche Usa e sullo
stato dell'economia globale favoriscono gli acquisti su asset
più rischiosi come il petrolio frenando invece gli investimenti
rifugio come lo yen.
 L'indice regionale MSCI .MIAPJ0000PUS, che esclude il
Giappone, guadagna l'1% circa. A Tokyo il Nikkei .N225, dopo
tre giorni di chiusura per festività, chiude in rialzo del 4,5%.
 SEUL .KS11 archivia la giornata in rialzo dello 0,5%,
lasciando sul campo quasi tutti i guadagni intraday appesantita
dai gruppi tecnologici più legati all'export, che soffrono del
rafforzamento della valuta locale.
 Sprint della borsa di SIDNEY .AXJO che mette a segno un
+1,85% guidata dai minerari su segnali positivi dal mercato del
lavoro sia in Australia che negli Usa.
 In buon rialzo anche altre piazze dell'erea come SINGAPORE
.STI e HONG KONG .HSI, dove China Construction Bank 
(0939.HK: Quotazione) balza di oltre il 3%.
 Cede invece un po' di terreno SHANGHAI .SSEC per la
debolezza degli immobiliari e dei titoli del carbone ma in
mattinata aveva toccato un massimo degli ultimi nove mesi.