Borse Asia, indici brillanti grazie a calo greggio

mercoledì 6 agosto 2008 08:59
 

MILANO (Reuters) - Le piazze asiatiche sono tutte in territorio positivo, dopo tre giorni consecutivi nelle quali hanno chiuso in rosso, grazie alle aspettative che la Federal Reserve, dopo il discorso di ieri, non alzi i tassi a breve termine.

Al buonumore hanno contribuito il rimbalzo di Wall Street, con il Dow Jones che ha chiuso in rialzo di quasi il 3%, e i guadagni del dollaro, che ha toccato un massimo di sette settimane e alle 8,45 viene scambiato sopra i 108 yen. Il biglietto verde ha recuperato anche sulla valuta europea, con l'euro che corrisponde a circa 1,55 dollari.

Grazie al calo del prezzo del greggio sono stati ridimensionati i timori legati al caro energia, con il futures sull'oro nero che viene scambiato sul Nymex a 118,88 dollari al barile e sul Brent a 117,42 dollari, dopo che la tempesta tropicale del Golfo del Messico si è abbattuta sulle coste del Texas senza procurare gravi danni agli operatori energetici americani.

Ciononostante gli investitori hanno preferito continuare a tenere alcuni dei loro beni rifugio, segno di una persistente cautela. I titoli di stato del governo giapponese hanno toccato il loro massimo da 4 mesi nel mezzo delle preoccupazioni sulle prospettive della seconda economia al mondo.

Anche le banche centrali dei paesi asiatici si trovano a fronteggiere lo stesso dilemma dei colleghi europei: come gestire un rallentamento della crescita contestualmente al crescere di pressioni inflazionistiche, anche se il recente calo del prezzo del petrolio potrebbe ridimensionare le prospettive.

La banca centrale dell'Indonesia ha alzato per la quarta volta quest'anno i tassi di riferimento di 25 punti base, anche se secondo gli economisti si dovrebbe trattare dell'ultima stretta.

Intorno alle 8,50 l'indice MSCI dell'area Asia-Pacifico, che esclude il Giappone guadagna il 2,16% a 410,47 punti, mentre il Nikkei ha chiuso in rialzo del 2,63% a 13.254,89 punti.

TAIWAN, dopo quattro sessioni in negativo, ha visto un rally con il Taiex in rialzo di oltre il 3% guidato dai tecnologici come la Hon Hai, che ha annunciato un nuovo piano di investimenti per 100 milioni di dollari, la Ase specializzata nell'impacchettamento di microchip, o la Taiwan Semiconductor Manifacturing che produce microchip.

La piazza di HONG KONG è rimasta chiusa a causa di una forte tempesta tropicale, con le attività che riprenderanno domani.

 
<p>Un broker alla sua postazione di lavoro alla Borsa di Mumbai, principale hub finanziario dell'India. REUTERS/Punit Paranjpe</p>