BORSE ASIA-PACIFICO-In rialzo ma restano indietro Singapore,Seul

venerdì 4 settembre 2009 08:42
 

 ---------------------------------------------------------------
INDICE                      ORE 8,35     VAR%      CHIUSURA 2008
MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS    363,16     +0,45          247,35
HONG KONG .HSI           19.879,59     +0,6         14.387,48
SINGAPORE .FTSTI          2.593,46     -0,19         1.761,56
TAIWAN .TWII              7.153,13     +0,68         4.591,22
SEOUL .KS11               1.608,90     -0,29         1.124,47
SHANGHAI COMP .SSEC       2.863,861    +0,67         1.820,80
SYDNEY .AXJO              4.435,5      +0,13        3.722,30
INDIA .BSESN             15.411,92     +0,09       9.647,31
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 4 settembre (Reuters) - Le piazze asiatiche
confermano quasi tutte i guadagni della vigilia, sostenute dal
dato incoraggiante delle vendite al dettaglio pubblicato ieri
negli Stati Uniti; ma gli acquisti sono tenuti a freno dalla
cautela che precede l'ultimo aggiornamento mensile sul mercato
del lavoro statunitense e SINGAPORE .STI e SEUL .KOSPI
accusano un leggero ribasso.
 Il rally della quotazioni dell'oro, che si sono spinte
vicino ai 1.000 dollari l'oncia, segnala inoltre che
l'avversione al rishio potrebbe essere in salita fra gli
investitori con il perdurare delle incertezze sulla ripresa
economica.
 Intorno alle 8,35 ora italiana l'indice regionale MSCI
.MIAJ0000PUS avanza dello 0,45% dopo che Tokyo ha terminato in
ribasso dello 0,27%. Il derivato sul benchmark decennale
giapponese 2JGBv1 ha ritracciato dai massimi degli ultimi
cinque mesi toccati questa settimana in sintonia con i
Treasuries americani.
 HONG KONG .HSI e SHANGHAI .SSEC evidenziano un progresso
di poco più di mezzo punto percentuale alla guida dei bancari
dopo che l'autority del settore ha deciso, secondo i media
locali, di rinviare l'implementazione di nuovi vicoli al
patrimonio di base degli istituti di credito.
 L'apprezzamento dell'oro ha dato slancio ai gruppi che
estraggono il metallo prezioso a SYDNEY .AXJO, dove il
benchmark ha chiuso sotto i massimi (+0,13%).
 Mette a segno i guadagni più consistenti oggi la borsa di
TAIWAN .TWII (+0,68%) che chiude ai massimi di oltre un anno
sotto la spinta di tecnologici come Compal Electronics (2324.TW: Quotazione)
sulle attese di vendite più robuste nel terzo trimestre.
 Negli scambi asiatici il greggio Usa si è mantenuto al di
sopra dei 68 dollari al barile.