BORSE ASIA-PACIFICO - Indici in rialzo, buona accoglienza G20

venerdì 3 aprile 2009 08:45
 

----------------------------------------------------------------
INDICE                      ORE 8,35     VAR%     CHIUSURA 2008
MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS    263,16     +0,53           247,35
HONG KONG .HSI           14.539,39     +0,12        14.387,48
SINGAPORE .FTSTI          1.813,91     +0,59         1.761,56
TAIWAN .TWII              5.529,63     +1,02         4.591,22
SEOUL .KS11               1.283,75     +0,53         1.124,47
SHANGHAI COMP .SSEC       2.434,879    +0,39         1.820,80
SYDNEY .AXJO              3.735,60     +1,51         3.722,30
INDIA .BSESN                 --           --         9.647,31
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 3 aprile (Reuters) - I mercati asiatici si avviano a
chiudere positivamente la settimana dopo che il summit del G20
sembra aver dato risultati convincenti. Le borse asiatiche hanno
reagito salendo per il quarto giorno consecutivo e spingendo lo
yen ai minimi di sei mesi rispetto al dollaro australiano.
 Tra le più brillanti la piazza australiana, seguita a ruota
da TAIWAN .TWII, mentre la borsa INDIANA .BSESN è rimasta
chiusa per una festività locale.
 Intorno alle 8,35 l'indice Msci .MIAPJ0000PUS, che non
comprende il Nikkei .N225 giapponese, sale dello 0,5% circa,
mentre a Tokyo il Nikkei .N225 ha terminato la seduta in
rialzo di oltre lo 0,3%.
 SYDNEY .AXJO che sale ai massimi di quasi tre mesi, nella
speranza che la crisi abbia finalmente toccato il fondo. A
beneficiare degli acquisti sono in particolar modo banche e
minerari.
 TAIWAN .TWII ha chiuso ai massimi di sei mesi sulla scia
dei finanziari, con il primo istituto del paese Cathay Financial
(2882.TW: Quotazione) in rialzo di oltre il 5,4%.
 A SHANGHAI .SSEC il rialzo dei bancari è bilanciato dalle
prese di profitto sulle ultime settimane. Il Pmi nazionale è
salito a marzo a 52,4 dal 49 di febbraio, segnando il primo
ritorno dallo scorso settembre sopra la soglia di 50 che separa
crescita e contrazione. Salgono inoltre i prestiti bancari,
toccando a marzo 1.300 miliardi di yuan, non lontano dal record
di 1.600 miliardi di gennaio, suggerendo la presenza di una
forte liquidità sul mercato.
 Bene anche SEUL .KS11 nonostante il calo dei titoli di
elettronica come LG Electronics (066570.KS: Quotazione) penalizzati dalle
prese di profitto. Ha invece poca influenza sul mercato la
possibilità che il governo ostile di Pyongyang lanci in
settimana un satellite nello spazio.
 Prese di profitto protagoniste anche a HONG KONG .HSI,
dove forti guadagni sono messi a segno da società di trasporto
marittimo come China Shipping Container Lines (2866.HK: Quotazione) e Orient
Overseas (0316.HK: Quotazione). E' invece in calo la società mineraria Zijin
Mining (2899.HK: Quotazione) sul ribasso del prezzo dell'oro, sceso ieri
sotto i 900 dollari all'oncia, sulle rinnovate trattative su una
possibile vendita del metallo prezioso da parte del Fondo
monetario internazionale.