BORSE ASIA-PACIFICO - Negative, Shanghai riapre con balzo

lunedì 2 febbraio 2009 08:37
 

----------------------------------------------------------------
INDICE                      ORE 8,30     VAR%     CHIUSURA 2008
MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS   227,87     -2,37           247,35
HONG KONG .HSI          1.2737,21     -4,07        14.387,48
SINGAPORE .FTSTI          1704,73     -2,39         1.761,56
TAIWAN .TWII              4259,98     +0,28         4.591,22
SEOUL .KS11               1146,95     -1,3          1.124,47
SHANGHAI COMP .SSEC       2011,683    +1,06         1.820,80
SYDNEY .AXJO              3497,4      -1,22         3.722,30
INDIA .BSESN              9134,92     -3,07         9.647,31
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 2 febbraio (Reuters) - Prevale la lettera sui
listini asiatici stamani, con gli investitori che si preparano a
una nuova settimana di cattive notizie dal fronte degli utili
societari cercando rifugio nello yen e nel dollaro.
 L'indice regionale MSCI - che esclude il Giappone - viaggia
in ribasso di due abbondanti punti percentuali intorno alle
8,30. Con la borsa sotto pressione (-1,5% in chiusura), gli
acquisti si sono diretti sui titoli di stato nipponici.
 Ma le borse di SHANGHAI .SSEC e di TAIWAN .TWII hanno
riaperto in controtendenza dopo le lunghe feste del Capodanno.
Il listino cinese ha accolto con favore i commenti ottimistici
del premier Wen Jiabao - che ha detto di vedere segnali di
ripresa nell'economia cinese anche se potrebbero essere
necessarie nuove misure di stimolo - mettendo a segno un rialzo
di circa un punto percentuale. Il Taiex ha terminato ai massimi
delle ultime due settimane (+0,28%), sostenuto dai produttori di
memorie DRAM come Powerchip 5346.TW dopo l'insolvenza di
Qimonda QI.N.
 Pesante viceversa HONG KONG .HSI, depressa dall'assenza di
nuove misure di stimolo da parte della Cina e dal generale clima
di cautela in vista di un probabile deterioramento dei profitti
delle aziende. 
 Le vendite non risparmiano la borsa autraliana .AXJO anche
se Rio Tinto (RIO.AX: Quotazione) RIO.X limita le perdite dopo aver detto
di aver avuto colloqui per cedere alcuni asset alla cinese
Chinalco, il suo maggiore azionista.
 Venduta SINGAPORE .STI, appesantita dai bancari, settore
che perde terreno anche a SEUL .KOSPI. Segno negativo anche su
Hyundai Motor (005380.KS: Quotazione) dopo le deboli vendite di gennaio. 
 Le quotazioni del greggio CLc1 fanno retromarcia e tornano
in direzione dei 41 dollari al barile.