BORSE ASIA-PACIFICO - Indici contrastati, speranze in ripresa

mercoledì 1 aprile 2009 08:39
 

----------------------------------------------------------------
INDICE                      ORE 8,35     VAR%     CHIUSURA 2008
MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS    246,45     +0,42           247,35
HONG KONG .HSI           13.512,94     -0,49        14.387,48
SINGAPORE .FTSTI          1.710,21     +0,60         1.761,56
TAIWAN .TWII              5.314,45     +1,99         4.591,22
SEOUL .KS11               1.233,36     +2,25         1.124,47
SHANGHAI COMP .SSEC       2.396,232    +0,98         1.820,80
SYDNEY .AXJO              3.579,70     -0,07         3.722,30
INDIA .BSESN               9759,62     +0,53          9.647,31
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 1 aprile (Reuters) - E' un primo aprile contrastato
quello delle borse asiatiche, dove la speranza di aver toccato
il fondo della crisi si scontra con la persistente debolezze dei
dati macroeconomici e con la convinzione che il summit del G20 a
Londra non riuscirà a trovare soluzioni concrete per far fronte
alla peggiore crisi degli ultimi decenni.
 Maglia rosa oggi a SEUL .KS11, seguita a ruota da TAIWAN
.TWII e SHANGHAI .SSEC, mentre HONG KONG .HSI subisce il
calo più consistente e SYDNEY .AXJO risulta poco mossa.
 In Giappone la fiducia delle grandi aziende manifatturiere è
scesa nel primo trimestre a un minimo storico, ma il morale
delle borse asiatiche, a detta degli analisti, è in via di
miglioramento.
 "Sta aumentando la fiducia nelle banche", commenta Chris
Halls, manager di Argo Investments in Australia, sebbene il
rialzo dello yen faccia sospettare che alla prima cattiva
notizia gli investitori possano gettarsi nuovamente sugli
investimenti considerati più sicuri.
 Intorno alle 8,35 l'indice Msci .MIAPJ0000PUS, che non
comprende il Nikkei .N225 giapponese, segna un rialzo dello
0,4%, mentre il Nikkei .N225 di Tokyo è balzato in chiusura di
quasi il 3%.
 Sono i titoli auto e finanziari a spingere SEUL .KS11 in
salita, con Kb Financial Group (105560.KS: Quotazione) e Hyundai Motor
(005380.KS: Quotazione) entrambe in rialzo di oltre il 4,5%.
 A TAIWAN .TWII i listini mettono a segno il maggior
guadagno giornaliero in una settimana sulla scia del rally dei
tecnologici, dopo che Taiwan Memory ha annunciato di aver scelto
la taiwanese Elpida 6665.T come sua partner tecnologica.
 Sulla borsa cinese .SSEC i dati Pmi sembrano infrangere le
speranze in una vicina ripresa economica, scendendo a marzo a
44,8 dal 45,1 di febbraio sul calo delle nuove commesse a
livello nazionale. Sono invece in rialzo i titoli minerari,
sull'aumento dei prezzi del rame: Jiangxi Copper (600362.SS: Quotazione)
sale del 2%.
 Cede invece HONG KONG, dove particolarmente bastonato è il
titolo dell'operatore telefonico statale China Unicom (0762.HK: Quotazione)
su un calo dei profitti e l'allarme su un aumento delle spese
nel 2009.
 Più incerte sono invece SYDNEY .AXJO e la borsa INDIANA
.BSESN. Sulla prima il guadagno delle banche nella speranza di
un nuovo taglio dei tassi la prossima settimana viene bilanciato
dal calo di Rio Tinto (RIO.AX: Quotazione) e Macquarie Group (MQG.AX: Quotazione).
 Sulla seconda, pesano le incertezze politiche
all'avvicinarsi delle elezioni e preoccupa l'intenzione del
governo di piazzare titoli di stato per 47,5 miliardi di dollari
nella prima metà del 2009/2010, due terzi del suo target
annuale.