BORSE ASIA-PACIFICO - Indici a due velocità, toniche HK e Taiwan

lunedì 1 dicembre 2008 08:45
 

----------------------------------------------------------------
INDICE                     ORE 8,30      VAR%     CHIUSURA 2007
MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS   227,29     -0,07%           420,30
HONG KONG .HSI          14.120,32     +1,69%        22.554,36
SINGAPORE .FTSTI         1.712,16     -1,18%         3.129,43
TAIWAN .TWII             4.518,43     +1,30%         8.778,39
SEUL .KS11               1.058,62     -1,62%         1.825,23
SHANGHAI COMP .SSEC      1.894,61     +1,25%         3.375,40
SYDNEY .AXJO              3.681,2     -1,64%          5.714,4
BOMBAY .BSESN             9.273,3     +1,99%         16.275,59
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 1 dicembre (Reuters) - Le borse asiatiche si avviano
a chiudere una seduta a due velocità, con HK e Taiwan nettamente
positive ma realizzi su Seul e Sydney, con scambi inferiori alle
medie delle ultime settimane.
 Gli investitori, dice un trader, "preferiscono concentrarsi
sugli aggressivi tagli dei tassi a dispetto dei dati macro che
sono ovunque deboli".
 Sul piano valutario scivolano le valute ad alto rendimento
come lo yen e il dollaro australiano, anche in vista di prossimi
tagli dei tassi; il greggio si deprezza di oltre un dollaro dopo
che l'Opec ha deciso di posticipare l'atteso taglio alla
produzione.
 L'indice Msci che esclude il Giappone guadagna lo 0,3%, in
rialzo del 18% rispetto al minimo di cinque anni toccato il mese
scorso - ma sull'arco dell'anno, è ancora sotto del 57%.
 A SHANGHAI l'indice rimbalza con gli immobiliari, anche
sulla scia di un aumento di capitale riuscito da parte di China
Merchants Property Development. Oggi sul fronte macro il settore
manifatturiero cinese ha segnato la massima contrazione mensile
dall'inizio della rilevazione, cominciata quattro anni e mezzo
fa.
 Tonica HK, dove guadagnano esportatori e titoli immobiliari,
mentre a SEUL rimangono al palo i produttori d'acciaio, reduci
da una settimana col vento in poppa; bene, nella piazza sud
coreana, i titoli dei broker, fiduciosi in una graduale ripresa
dell'azionario.
 A SYDNEY brilla Fortescue Metals, per le voci di un
possibile takeover, mentre TAIWAN chiude al massimo da due
settimane trainata dai finanziari.
 A BOMBAI i timori politici della scorsa settimana lasciano
il campo alle attese per i tagli dei tassi e l'indice sale
trainato al rialzo dalle banche.