BORSE ASIA-PACIFICO - Positive grazie a dati macro cinesi

venerdì 11 dicembre 2009 08:41
 

 ---------------------------------------------------------------
INDICE                      ORE 8,30     VAR%      CHIUSURA 2008
MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS    407,77     +0,50            247,35
HONG KONG .HSI           21.837,93     +0,65         14.387,48
SINGAPORE .FTSTI          2.790,50     +0,31          1.761,56
TAIWAN .TWII              7.795,07     +1,53          4.591,22
SEOUL .KS11               1.656,90     +0,25          1.124,47
SHANGHAI COMP .SSEC       3.247,318    -0,21          1.820,80
SYDNEY .AXJO              4.635,227    +0,62          3.722,30
INDIA .BSESN             17.098,50     -0,55          9.647,31
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 11 dicembre (Reuters) - Seduta positiva per le borse
dell'area Asia-Pacifico, con le sole eccezioni di Shanghai e
India, aiutate da una serie di dati positivi che confermano la
veloce ripresa dell'economia cinese.
 Intorno alle 8,30 l'indice regionale MSCI, che esclude il
Giappone .MIAPJ0000PUS, sale dello 0,5%, mentre a Tokyo
l'indice Nikkei ha guadagnato il 2,5%, aiutato dal
ritracciamento dello yen.
 La Cina ha registrato a novembre un incremento della
produzione industriale del 19,2%, massimo da giugno 2007, mentre
le importazioni sono aumentate del 26,7%, registrando il primo
rialzo in 13 mesi; invece l'export ha un po' deluso con un calo
dell'1,2%.
 I segnali di forte ripresa della terza economia del mondo ha
contagiato molti paesi vicini, mentre ha finito per chiudere in
lieve calo proprio SHANGHAI, appesantita dalla forte offerta di
titoli. HONG KONG invece ha tratto spunto dai dati macro per
rimbalzare dopo una serie di ribassi.
 Vivace TAIWAN, spinta dai titoli tecnologici dopo che il
produttore di chip TSMC (2330.TW: Quotazione) ha annunciato vendite in
crescita a novembre.
 Rimbalzo per SYNDNEY, in recupero da cinque sedute
consecutive di ribassi, positiva SEOUL sostenuta in particolare
dal settore siderurgico.
 Segno meno per la borsa INDIANA, girata in negativo nel
finale sulla delusione per i dati sulla produzione industriale
di ottobre (+10,3%, in linea con le previsioni), che il mercato
sperava superiori alle attese.